Loading...

lunedì 16 giugno 2008

UBU FUORI PORTA

UBU FUORI PORTA
Sagra di alterità teatrali a Marino


RASSEGNA DI TEATRO CONTEMPORANEO E VIDEO-ART
MARINO – MUSEO CIVICO U. MASTROIANNI
DAL 1 AL 6 LUGLIO

CENTRI STORICI, RICERCA TEATRALE, ARTI VISIVE: UNO SGUARDO SULLA CONTEMPORANEITÀ – 6 giorni di programmazione, 8 spettacoli teatrali, 5 proiezioni video, 25 artisti coinvolti. Tutto questo è UBU FUORI PORTA, la rassegna di teatro contemporaneo e video-art in programmazione a Marino, all’interno delle splendide navate della ex Chiesa di Santa Lucia, attualmente sede del Museo Civico di Marino “Umberto Mastroianni” (Piazza Giacomo Matteotti 13).
Grazie alla direzione artistica di due “storici osservatori” della ricerca artistico-teatrale romana e nazionale – Amnesia Vivace e Ubu Settete – UBU FUORI PORTA dà l’occasione di conoscere le recenti produzioni di alcune tra le più significative realtà del teatro contemporaneo e della Video-Art.

Si va dagli studi sull’improvvisazione di TEATRO FORSENNATO al “teatro politico” di OLIVIERIRAVELLI, dal “teatro-format” di MARCO ANDREOLI e CIRCO BORDEAUX al lavoro sul corpo di ELVIRA FROSINI e KATAKLISMA, da un intimo e sorprendente Kafka ritratto da LABIT alla “generazione dei Robot” raccontata dall’esuberante DANIELE TIMPANO.

E poi i video: dall’“antivideo cristologico” di FLAVIO SCIOLÈ e TEATRO ATEO alla ricerca “danzata” dell’identità di MICHELA GENTILI, dalla divertente installazione Teneramente Tattico di LORENZO LETIZIA e DANIELE TIMPANO agli sperimentali Cilindro Raku Numera Uno e Numera Seconda di MARCELLO BONGIÒ e LABORATORIO 1AMULTIMEDIA.

Due spettacoli a serata con inizio alle ore 21
1-4 luglio: biglietto unico giornaliero 5 €
5-6 luglio: ingresso libero

PROGRAMMA

martedì 01 luglio
(teatro) Ore 21 Teatro Forsennato in SAN GIORGIO - IL DRAGO, ideato e diretto da D. Aggioli, con V. Occhionero e A. Tantillo
(teatro) Ore 21.30 LabIT in KAFKA (PESTE: 1918), da Kafka, diretto da G. Linari, con A. Vaccarella, G. Governale, R. Cavallaro

mercoledì 02 luglio
(video) Ore 21 amnesiA vivacE in TENERAMENTE TATTICO, di D. Timpano e L. Letizia, diretto da L. Letizia, con D. Timpano, F. La Scala, M. Fumarola
(video) Ore 21.15 Michela Gentili / Aqua-Micans Group in ARIANNA, scritto, diretto, danzato da M. Gentili
(format) Ore 21.30 Marco Andreoli / Circo Bordeaux in ANDREOLI DI NAZARETH, scritto, diretto e interpretato da M. Andreoli

giovedì 03 luglio
(video) Ore 21 Laboratorio 1AMulTiMediA in CILINDRO RAKU: NUMERA UNO, di OlaCalo & Bongiò, realizzato con Formazione Radial, con P. Calogero
(teatro) Ore 21.30 OlivieriRavelli_Teatro in APPUNTI PER UN TEATRO POLITICO, di F.M.Franceschelli, diretto da C. Di Loreto, con C. Di Loreto, G. Linari, S. Ambrogioni, D. Smerilli

venerdì 04 luglio
(video) Ore 21 Teatro Ateo / Flavio Sciolè in KRISTO 33, video di F. Sciolè, 28' 2002 Digitale
(teatro) Ore 21.30 Kataklisma in 'NACOSAPROVVISORIA, scritto, diretto e interpretato da E. Frosini

sabato 05 luglio
(teatro) Ore 19.30 LabIT in GIOBBE (O DEL SUPPLIZIO DI DIO , dal Libro di Giobbe, diretto e interpretato da R. Cavallaro
(teatro) Ore 20 Teatro Forsennato in LE FIGURINE MANCANTI DEL 1978, ideato e diretto da D. Aggioli, con D. Aggioli e V. Occhionero

domenica 06 luglio
(video) Ore 21 Laboratorio 1AMulTiMediA in CILINDRO RAKU: NUMERA SECONDA, di M. Bongiò, realizzato con Formazione Radial, con P. Calogero, V. Correani, F. La Scala, E. Succhiarelli
(teatro) Ore 21.30 amnesiA vivacE in ECCE ROBOT! CRONACA DI UN'INVASIONE, scritto, diretto e interpretato da D. Timpano, disegno luci e voce narrante di Marco Fumarola.


UBU FUORI PORTA – INIZIATIVA IDEATA E ORGANIZZATA DALLA PROVINCIA DI ROMA E DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE AMNESIA VIVACE
REALIZZATA CON IL CONTRIBUTO DELLA REGIONE LAZIO
IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI MARINO, IL MUSEO CIVICO DI MARINO U. MASTROIANNI ED UBU SETTETE.
DIREZIONE ARTISTICA: Ass. Cult. Amnesia Vivace – Ubu Settete.
ORGANIZZAZIONE: Fabio M. Franceschelli, Francesca La Scala, Daniele Timpano, Marco Andreoli.
DIREZIONE TECNICA: Marco Fumarola.
UFFICIO STAMPA: Chiara Fallavollita (3492834261 - kioshichia@hotmail.it
)

domenica 25 maggio 2008

bando AUT-OUT


AUT-OUTMicroFestival dei Teatri Incondizionati
II edizione
MONTISI (SI)28 - 31agosto 2008


BANDO DI PARTECIPAZIONE
Montisi è un borgo medievale in provincia di Siena che ospita uno dei teatri più piccoli d'Italia, il Teatro della Grancia. Da questo spazio minimo nasce l'idea di un festival che riunisca realtà diverse, accomunate da un solo linguaggio. Per dare risalto alle proprie peculiarità ma anche per cercare dei punti di contatto tra realtà eterogenee, nell’ottica di un tentativo di riflessione comune sul teatro.
Aut-Out è uno spettacolo che si muove intorno a tanti spettacoli, che nasce dalla scena di un piccolo teatro per esplodere nei vicoli e nelle piazze circostanti. Oltre ad allestimenti nel Teatro della Grancia, il programma prevede anche performances, installazioni e concerti sia in Piazza del Castello che nel resto del borgo antico.
Aut-Out è la diversità che si fa forza: terreno d'incontro, confronto, scambio e condivisione. Al di fuori delle logiche dei circuiti (e “circolarità”) già noti, per cercare d’intravedere un modo diverso d’intendere la realizzazione, la produzione e la distribuzione di un evento spettacolare. La partecipazione al Festival è aperta a tutti i gruppi/compagnie che abbiano la necessità di sperimentare e mostrare le proprie produzioni, entro un ambito che vada dalla prosa alla danza, dal teatro di strada alla musica, passando per “generi” che prevedano commistioni tra codici e discipline diverse, nel rispetto della più ampia accezione che si possa dare alla parola Teatro (evitando snaturamenti).

Cerchiamo:
  • spettacoli ed eventi per il pubblico (cosa che apparirà scontata, ma forse no): contenuti, storie, emozioni. Bando ai vuoti formalismi, manierismi (o “scimmiottamenti”) e assenze estetizzanti;
  • artisti e compagnie che abbiano sviluppato una “parola forte”, un proprio carattere e quindi un proprio linguaggio, che prenda sì (inevitabile e utile) anche dal vecchio e da esperienze di altri artisti, ma che porti il marchio di una propria necessità espressiva, una sua propria personalità.

Quello che sicuramente non cerchiamo sono cialtroni da circoli viziosi persi in ricerche autoreferenziali o che si autodefiniscano “teatro di ricerca” o “indipendenti” ecc. ecc.
Speriamo di trovare: gioco, passione, competenza, apertura al dialogo, umiltà e una certa attitudine a non prendersi troppo sul serio.

Per questa II edizione, l'Associazione Culturale Aut-Out assicurerà un rimborso spese (per spese di viaggio, andata e ritorno), più vitto a carico dell’organizzazione. I gruppi (o singoli artisti) invitati potranno arrivare la mattina per l’allestimento e ripartire la sera (salvo eccezioni per coloro che, per problemi di distanze, avranno necessità di pernottare in loco. In questo caso l’organizzazione offrirà ospitalità per una notte).

Inviare entro il 25 giugno 2008:- Un promo dello spettacolo della durata massima di 15 min. in formato DVD.- Tre foto di scena dello stesso (se non disp. anche foto di altre prod.).- Una breve presentazione dell’artista, gruppo, compagnia.- Sinossi in 10-15 righe dello spettacolo proposto.- Scheda tecnica.Il materiale dovrà essere accompagnato dai recapiti dell’artista o compagnia.
Visti i tempi e gli spazi ristretti, si consiglia di presentare produzioni snelle, essenziali, poco impegnative dal punto di vista logistico (sia per quanto riguarda l’apparato scenografico sia per quel che concerne la parte illuminotecnica, fonica etc.), preferibilmente per un numero massimo di 3/4 attori. Le misure del palco teatro sono 7,5 (proscenio 4,8 m) x 5,5 mt. Il palco esterno misura 6 x 4 mt.

L'indirizzo al quale inviare il materiale è il seguente:
Ass. Cult. Aut-Out
c/o Giovanni Magnarelli
via Rosa Govona, 1200152 ROMA
Per info: 338-4378126 oppure 340-2351979 (anche per questioni tecniche)
sito: www.autoutfest.it

venerdì 25 aprile 2008

DUX: replica straordinaria!

domenica 27 aprile 2008 - ore 17.00
Teatro di Documenti
via Nicola Zabaglia, 42 - Roma

DUX IN SCATOLA
autobiografia d’oltretomba di Mussolini Benito
uno spettacolo di e con Daniele Timpano

Teatro di Documenti Tel. 06.5741622 -
teatrodidocumenti@libero.it
amnesiA vivacE/Maria Rita Parisi cell 347.0069645 - mariaritaparisi@gmail.com

venerdì 4 aprile 2008

Totem, OlivieriRavelli: straconsigliato!

Teatro Casa delle Culture
04 e 05 aprile 2008 ore 21.30
06 aprile 2008 ore 18.00

OlivieriRavelli Teatro in collaborazione con Amnesia Vivace

presenta

la più visionaria messa in scena dei teorici del TeatroAcido
il più intrigante esperimento di "sciacallaggio drammaturgico"
il più inascoltato dei deliri

Totem
di
Fabio Massimo Franceschelli

con
Silvio Ambrogioni
Claudio Di Loreto
Fabio Massimo Franceschelli
Marco Fumarola
Silvia Gemma
Alessandro Margari

saccheggio del testo e organizzazione del delirio
Claudio Di Loreto



Note dell'autore
Il testo si dipana all’interno di una famiglia (composta da madre, padre e tre figli) le cui caratteristiche sociali sembrano richiamarsi ad un proletariato urbano contemporaneo (vagamente anglosassone), ormai perso nel vortice di una completa disgregazione dei valori storici della borghesia occidentale.E’ un vortice (volutamente esagerato e deformato nei toni, nelle atmosfere, nelle azioni rappresentate( che sotto le forme di un violento nichilismo mostra esplicitamente l’azione fondante di quel complesso edipico che Freud immaginò essere la primaria spinta costitutiva della famiglia e della società occidentale. Il complesso edipico in “Totem“ non resta nascosto nello sfondo, in attesa di essere decriptato, bensì viene icasticamente e consciamente attuato nelle sue tragiche conseguenze: uccisione del padre e possesso della madre. All’interno di una famiglia che sembra uscita fuori dai peggiori incubi prodotti dall’immaginario “post-moderno“, il costrutto freudiano si unisce al Frazer del mito nemorense del “Ramo d’oro“, realizzando la morte del vecchio re e l’incoronazione dell’erede. C’è quindi, in questo testo, uno dei temi fondamentali della riflessione umana del Novecento. Ma il secolo scorso è fortemente presente anche nello stile narrativo utilizzato, che attinge pienamente da una delle correnti drammaturgiche pià significative del Novecento: quella che parte dai relitti umani descritti da Beckett, passa per la critica sociale di Pinter e sfocia nelle giungle umane di Mamet, Kane, Ravenhill.

Note di regia (?)
Totem è quello che non si vede in scena...Totem è l’ossessione di parecchi di noi...Totem è l’impossibilità di compiere l’eterno rito del sacrificio del padre per far posto ai figli...Totem è Godot che non arriva nel caveau d’una banca svedese...Totem è lo spazio denso e senza catarsi tra il mobbing e la sindrome di Stoccolma...Dio s’aspetta qualcosa. Tuo padre s’aspetta qualcosa. Tua madre s’aspetta qualcosa. In un grande unico potentissimo mobbing dove non c’è salvezza ma solo puerili tentativi di accordi pragmatici tra fratelli nel nome di un brindisi. Pur di sfangare un altro giorno, un’altra ora, un altro minuto in attesa della libertà.Voglio così rendere omaggio ai miei incubi ricorrenti - omaggio iniziato qualche anno fa con L’immaginario Malato (da Molière) - all’impossibilità di amare, all’impossibilità di rapporti umani in direzione della verità, all’impossibilità.Insomma:la vita è una merda; il Teatro la sua puzza.

mercoledì 2 aprile 2008

Nuovi attacchi al Rialto

Allarmati e solidali, riceviamo e pubblichiamo:
__________________________

Data: Wed, 2 Apr 2008 18:50:18 +0000
A:
ubusettete@yahoo.it
Da: "rialtosantambrogio"
info@rialtosantambrogio.org
Oggetto: CONTINUANO GLI ATTACCHI AL RIALTO
Ciao a tutti,
gli attacchi continuano.
Abbiamo ricevuto ieri una lettera dal COMUNE DI ROMA - IV dipartimento che ci avvisa CHE HANNO AVVIATO il procedimento di CESSAZIONE DELLE ATTIVITA' TEATRALI.
Tale procedimento si concluderà ENTRO 30 GIORNI dalla notifica dell'atto!
A quanto pare anche il Comune di Roma sta seguendo la linea della questura, attaccando l'attività dell'associazione che dall'inizio (da 9 anni!), ha permesso a CENTINAIA di realtà teatrali indipendenti di provare, di crescere, di esibirsi e di far conoscere a un pubblico più ampio la ricerca teatrale contemporanea a Roma!!
Intanto qualcuno è riuscito a entrare nel myspace del nostro candidato al consiglio comunale Luigi Tamborrino, annullando l'ID, il che vol dire la PERDITA DI TUTTE LE AMICIZIE create finora.
Abbiamo riaperto il suo myspace, e abbiamo provveduto a contrastare legalmente l'ennesima notifica arrivataci in questo periodo.
Ora più che mai è necessario per tutti voi continuare a sostenerci, per questo vi chiediamo di:
PARTECIPARE ALLE INIZIATIVE
SOSTENERE UN'IDEA DI CITTA' INDIPENDENTE
SOSTENERE E DIFFONDERE LA CANDIDATURA DI TAMBORRINO AL COMUNE DI ROMA.
Ringraziandovi di nuovo tutti per l'attenzione e l'interesse mostrato finora,vi terremo ancora aggiornati sugli sviluppi.

martedì 1 aprile 2008

"Turbamenti Notturni" all'Orologio

fino al 13 aprile
Teatro dell'Orologio - via dei Filippini, 17a


TeatroZeta presenta
Turbamenti notturni
scritto e diretto da Riccardo Reim
con Manuele Morgese


Un angolo solitario affogato nel degrado urbano, due barboni, la notte. Parole, grida, strane risate, imprevedibili tenerezze, oscenità, singhiozzi. Il buio sembra arricciolare le parole riducendole a puro suono, deformarne la logica, farsi tacito complice di discorsi ‘altri', creare inquietanti filigrane appena visibili sotto la realtà spicciola del quotidiano.

OGGI, 1 APRILE, PREZZO SPECIALE PER GLI UTENTI DEL BLOG